Casa Abruzzo si illumina con “Flamp”

A Casa Abruzzo si accenderà “Flamp”, la lampada del designer abruzzese Andrea Cingoli, frutto della sperimentazione formale del Flexiglass, un materiale ottenuto con un procedimento innovativo, in via di brevettazione. La lampada da tavolo cristallizza una fiamma e la trasforma in elemento di design rendendolo nuova fonte di illuminazione e, contemporaneamente, oggetto d’arte, una scultura, su base circolare metallica, che incorpora un led da 3 watt.
“Flamp” è una delle proposte che troveranno spazio nei tre giorni dedicata al vetro e alla sua espressione artistica e design, in mostra, dal 15 al 17 ottobre, a Milano nella location di via Fiori Chiari 9, zona Brera.
Le creazioni dello studio “Concepticon” animeranno la rassegna “Vetro tra arte e design: dal concept alla sua cristallizzazione, attraverso lo studio del materiale, delle tecniche e delle tecnologie di produzione del vetro”.
La forza di “Flamp” è tutta nel materiale di partenza, il “Flexiglass”. Per la realizzazione dell’opera, infatti, è stata utilizzata una lastra di vetro stratificato rotta. Ed è proprio la rottura della lastra che infonde una particolarità al vetro che si frammenta e conferisce una caratteristica che rende unico ogni oggetto che ci si realizza. La materia prima di riciclo o scarto di produzione, quindi, grazie alla soluzione studiata dal designer abruzzese, potrebbe trovare ampio impiego con enormi vantaggi per l’ambiente. Il riciclo delle lastre di vetro stratificato, attraverso la produzione di “Flexiglass”, non richiederebbe più, come in passato, costosi processi di separazione. Inoltre si eviterebbero anche le lavorazioni a forte impatto energetico, eliminando il passaggio nei forni a soffiatura o costosi procedimenti di smaltimento. Il processo, studiato e sperimentato da Andrea Cingoli, consente di piegare in qualsivoglia modo e forma le lastre di vetro stratificato. Si possono, così, ottenere prodotti d’arte, di design e di artigianato di piccole e grandi dimensioni, autoporti o con una certa portanza, limitata alla categoria degli arredi di interno e condizionata dalla forma dell’oggetto in questione. Si possono così realizzare sculture, cabine doccia, piastrelle, tegole, tegoloni, partizioni interne, suppellettili e oggetti di varia forma, a partire dalla lampada “Flamp”.

 

ANDREA CINGOLI – Si è laureato con lode in Architettura all’Università G. D’Annunzio di Pescara nel 2006, dal 2000 è direttore tecnico della Cingoli Consolidamento e Restauro, nel 2007 ha cofondato Zo_Loft Architettura & Design (www.zo-loft.com). Con Zo Loft, negli ultimi cinque anni, si classificato ripetutamente al top di diverse classifiche e premi internazionali di architettura e design (IDA AWARD, Atlanta International Design AwardS, MACEF Design Award, solo per citarne alcuni). Nel 2010 è stato selezionato come uno dei migliori talenti italiani nella Young Blood Competition. Nel 2014 ha fondato “CONCEPTICON”, un’azienda che si occupa di concept design impegnata nella creatività e nell’innovazione dei modelli di business.

 

 

Data

15.10.15


Categoria

news


Autore

admin


VUOI SAPERE DI PIÙ
SUI NOSTRI LAVORI?

CONTATTACI